Club Alpino Italiano - Sezione di FOGGIA
Home News

Menu
club

 

 

 

 

 

 

Club Alpino Italiano - Sezione di FOGGIA - La nostra storia

 

Il CAI Foggia è nato nel 2008 dal GAM – Gruppo Amici della Montagna.
Il G.A.M. si costituì nel mese di dicembre del 1992 con Aldo Anzivino, primo Presidente e vera anima del sodalizio. Dopo di lui fu Presidente Tommaso De Grandis, successivamente Antonio Notariello, innamorato dell’Abruzzo, che ci ha lasciato le sue bellissime fotografie.
Successivamente Presidente fu Gianfranco Botte che ci ha fatto scoprire la sua terra di origine, la Basilicata. Ultimo presidente del GAM è stato Ciro Fatone, nel 2008, quando lui e un nutrito numero di soci decisero di far nascere nella nostra provincia una Sezione del C.A.I. Club Alpino Italiano, la più antica Associazione italiana.
È nato così il CAI FOGGIA, primo Presidente Michele del Giudice, grande appassionato e conoscitore della nostra terra e dei Cammini storici dei pellegrini.
Egli ha dato un importante contribuito al completamento della via Francigena nel Sud ed ha percorso tutta la Via dell’Angelo, partendo da Monte Saint Michel (Normandia – Francia) ed arrivando a Monte S. Angelo, in quattro mesi di cammino a piedi.
Dopo Michele del Giudice il testimone è passato a Ferdinando Lelario, che si è impegnato a far crescere l’Associazione, rifiutando l’idea che il CAI sia solo per pochi. Con lui la sede si è spostata in un laboratorio dismesso della scuola Leonardo da Vinci, che la passione e l’amore di un gruppo di soci ha trasformato nella bella sede attuale. Sotto la sua presidenza il CAI Foggia si è arricchito del primo rifugio del CAI in Puglia, nei Monti Dauni, alle falde di Monte Cornacchia. Al termine dei suoi due mandati il testimone è passato nelle mani della Presidente attuale Caterina Forcella, titolata AE e da sempre impegnata in campo ambientale.
Questo, in breve, il viaggio della nostra Associazione, nata quasi trent’anni fa da una passione per la natura che sempre più soci hanno condiviso e stanno diffondendo.

Nel nostro programma ci sono escursioni per tutti i gusti: dalle semplici e belle camminate, adatte a chi è meno allenato o si avvicina per la prima volta alla montagna, alle escursioni ben più impegnative per sentieri d'alta montagna. Per non parlare di arrampicata, ferrate e canyoning, attività per chi ha più esperienza e per chi ama le sensazioni forti.
Per far parte del CAI non serve essere capaci di imprese memorabili, è sufficiente essere allenati, amare la natura, alzarsi presto la domenica, la ricompensa è garantita.
La montagna costa fatica, ma questa fatica è capace di dare emozioni che resteranno a lungo impresse nella memoria.
Oltre le escursioni, facciamo attività che vanno dalla mountain bike, all’arrampicata, alle ferrate, al canyoning, alle ciaspolate sulla neve, allo sci.
Importante è la valorizzazione e il rilancio turistico, culturale e ambientale del nostro territorio.