Club Alpino Italiano - Sezione di FOGGIA
Home News

ss Menu
<
club

 

 

 

 

 

 

Club Alpino Italiano - Sezione di FOGGIA - ESCURSIONI

 

 

Il CAI Foggia si propone di promuovere la conoscenza del territorio e dell’ambiente montano a partire da quello più vicino, favorendone la valorizzazione e la sua tutela.

Obbiettivi: 

Proseguire il tracciamento della rete sentieristica che permetta di fare escursioni in sicurezza. 

Si propone inoltre di valorizzare i Monti Dauni e i loro borghi facendo capo al Rifugio del CAI alle falde del Monte Cornacchia, da dove passa il Sentiero Italia, quindi in posizione strategica per visitare alcuni dei Borghi più belli dell'Appennino Dauno.

 

 

Scala delle difficolta'
       
Definizioni  
La classificazione CAI
   
 
Il Sentiero    
la Commissione Centrale Escursionismo del Club Alpino Italiano ha individuato quattro sigle che differenziano l'impegno richiesto dagli itinerari di tipo escursionismo. La scala CAI è utile sia per distinguere il diverso impegno richiesto da un itinerario che per definire chiaramente il limite tra le difficoltà escursionistiche e alpinistiche.
 
Sentiero turistico
  Difficoltà T    

Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono di solito sotto i 2.000 metri di quota.

Richiedono una certa conoscenza dell'ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata

     
Sentiero escursionistico
  Difficoltà E    
 

Itinerari che si svolgono su sentieri di ogni genere oppure su evidenti tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, petraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residuadove, in casdo di caduta,la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi, dove tuttavia i tratti esposti sono in genere protetti o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano dell'utilizzo di equipaggiamento specifico (imbragatura, moschettoni, ecc.).

Richiedono un certo senso dell'orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza dell'ambiente alpino, allenamento alla camminata, oltre a calzatureed equipaggiamento adeguati. E’ il tipo di sentiero maggiormente presente sul territorio e più frequentato e rappresenta il 75% degli itinerari dell’intera rete sentieristica organizzata.

 
 
       
Sentiero per escursionisti esperti   Difficoltà EE  
  Si tratta di itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari:  
* sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti);
* terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii apertisenza punti di riiferimento, ecc.);
* tratti rocciosi, con brevi difficoltà tecniche (percosi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minore impegno).
Rimangono invece esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all'apparenza senza crepacci.
Necessitano: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell'ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate. Per i percorsi attrezzati è inoltre necessario conoscere l'uso dei dispositivi di autoassicurazione (moschettoni, dissipatore, imbracatura, corda).
 
   
Escursionisti esperti

 
Difficoltà EEA - Via ferrata o attrezzata
 
con attrezztura  

Itinerario che si svolge su pareti rocciose o su aeree creste e cenge, preventivamente attrezzate con funi e/o scale senza le quali il procedere costituirebbe una vera e propria arrampicata. La sigla si utilizza per certi percorsi attrezzati o vie ferrate al fine di preavvertire l'escursionista che l'itinerario richiede l'uso dei dispositivi di autoassicurazione.

Richiede adeguata preparazione ed è inoltre necessario conoscere e saper utilizzare l'uso dei dispositivi di autoassicurazione (moschettoni, dissipatore, imbracatura, corda). Le vie ferrate EEA sono poi suddivise in 5 scale crescenti di difficoltà globale da F (facile) a ED (estremamente difficile).

 

 
  Difficoltà in Mountain Bike
TC=Turistico  
Percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile
     
MC=Medie Capacità  
Per cicloescursionisti con media capacità tecnica: percorso su sterrate con fondo poco sconnesso o su sentieri con fondo compatto e scorrevole.
     
BC=Buone Capacità  
Per cicloescursionisti di buone capacità tecniche: percorso su sterrate sconnesse o su mulattiere e sentieri dal fondo piuttosto sconnesso ma abbastanza scorrevole oppure compatto ma irregolare, con qualche ostacolo naturale.
     
OC=Ottime Capacità  
Per cicloescursionisti di ottime capacità tecniche: percorso con profilo altimetrico impegnativo su sentieri dal fondo molto sconnesso e irregolare, con presenza di ostacoli.

 

 

Divertirsi in SICUREZZA
 
Prendere visione del Regolamento sezionale e comunque seguire le seguenti REGOLE FONDAMENTALI.
 

La maggior parte degli incidenti in montagna avvengono su percorsi semplici, spesso al ritorno e sono solitamenti causati da imprudenza, impreparazione o disattanzione.

Da ciò ne deriva che frequentare la montagna senza conoscerla e senza preparazione, vuol dire esporsi a gravi pericoli rinunciando alla serena possibilità di vivere e scoprire l'escursionismo.

 

A tal fine vogliamo suggerirti queste semplici regole:

* prepararti fisicamente per sostenere l'impegno in montagna e vai equipaggiato adeguatamente;

* informarti sui pericoli della montagna per poterli all'occorrenza evitarli e superare;

* scegli le escursioni più adatte alle tue possibilità e studia preventivamente il percorso;

* non lasciarti trascinare in imprese più grandi di te, sii conscio dei tuoi limiti e sappi rinunciare, non c'è da vergognarsi, potrai riprovarci;

* rispetta l'ambiente che ti accoglie: è un bene comune;

 

SONO PREVISTE INOLTRE:

* Giornate dedicate alla distemazione e pulizia dei Sentieri;

* Giornate informative per Conduzione (Gps, Mappa);

* Giornate dedicate alla Formazione EEA, Parco Avventura e Palestre naturali;

* Proiezioni e Incontri Culturali il MARTEDI' presso la sede CAI Foggia;