C.A.I. Foggia 2018

 

 


     

Sabato 29 Domenica 30 Settembre 2018 "PARCO NAZIONALE DEL POLLINO "
Sabato 29 la valle del Lao e il borgo fantasma di Laino Castello
Domenica 30 Colle dell’Impiso Monte Pollino

 

Appuntamento: Liceo Scientifico Volta Sabato 29 Settembre ore 7.00
Si chiede puntualità assoluta
 
Programma:
Partenza in pullman per Rotonda. Pranzo a sacco durante il viaggio. Arrivo a Rotonda primo pomeriggio. Presa delle camere all’Hotel “Miramonti”. (dove già siamo stati con ottimo trattamento) Nel pomeriggio visita al Borgo antico di Laino o passeggiata alle Cascate di Rotonda. quindi ritorno in camera e grande cena. Domenica
Il costo della pensione completa – cena,pernotto, prima colazione e sacchetto panini escursione giorno dopo - è di 40 euro. A questi costi va aggiunto il pullman, 20 euro, e la guida.
la valle del Lao e il borgo fantasma di Laino Castello
Itinerario escursionistico ad anello che dalla vallata del Lao risale sino al vecchio e disabitato borgo di Laino Castello per poi ridiscendere a valle. Un itinerario suggestivo e piacevole, ricco di natura e di storia ma soprattutto del mistero di paesi abbandonati. In mancanza di tempo il percorso può essere realizzato esclusivamente da Borgo Laino a Laino Castello (3km).
Gruppo Montuoso: Pollino - Monte Pollino Comune: Laino Borgo (CS)
Come arrivarci: Laino Borgo si raggiunge uscendo all’omonimo casello autostradale della A/3 SA-RC
Info, punti di appoggio: Associazione Lao srl - tel. 0981.85644; Associazione Canoa Club Lao - Pollino - tel. 0981.85673.
NOTA: Il sentiero è stato realizzato nell'anno 2009. Pertanto i segnali e le tabelle segnavia potrebbero aver subito un deterioramento dovuto a cause naturali o ad altre svariate ragioni (meteo, incendi, vandalismi, variazioni tracciati per disboscamenti, etc. etc.). Il sentiero nella parte iniziale è interessato da una frana. Nella mappa interattiva è indicato erroneamente con il 958.?
Colle dell’Impiso Monte Pollino: Colle Impiso (1573 mt) – Piani di Vacquarro- Sorgente Spezzavummula – Colle Gaudolino (1775 mt) – Monte Pollino (2.248 mt).
L’escursione si dividerà in due parti. Da Colle dell'Impiso a Piano Gaudolino si va tutti insieme. Dal Colle dell’Impiso si scende verso i Piani di Vacquarro. La strada costeggia il torrente Frida che si abbandona per risalire verso la sorgente Spezzavummula e poi si procede verso il Piano Gaudolino. Qui vi è una baita e acqua. Chi resta prosegue più o meno in quota sino ai contrafforti del Pollinello, quota: 1775 m, dove è possibile vedere da vicino i fantastici e secolari "pini loricati", albero simbolo dell'area protetta. Per quelli allenati si prosegue da colle Gaudolino attraverso un sentiero abbastanza ripido che sale lungo il versante occidentale del Monte Pollino fino ad arrivare alla cresta sud-ovest. Si attraversa una faggeta che è stata distrutta nel 1993 da una valanga e si arriva alla cima del Monte Pollino. Arrivati a questa altezza il panorama abbraccia i costoni rocciosi ricchi di Pini loricati. Si ritorna per lo stesso sentiero, i due gruppi si ricongiungono e si raggiunge il pullman a Colle Impiso per rientrare a Foggia.
I parte – Colle Impiso (1575 m) - Lat N 39° 56.046’ Long E 16° 09.696’, Piano Gaudolino (1775m)’ disl. + 200circa tipo T
II parte – Piano Gaudolino - Monte Pollino (2248 m) - Lat N 39° 55.188’ Long E 16° 09.504’ Disl. +575, tipo EE, necessario buon allenamento.
 
Direttori: Caterina Forcella 3471760766, Fernando Lelario 3474193880, Roberto Lavanna 3384768024
Parco del Pollino Informazioni generali :Il Parco Nazionale del Pollino che si estende tra il sud della Basilicata e il nord della Calabria è l’area protetta più grande d’Italia. In esso è inserito il gruppo montuoso del Pollino il più elevato dell’Appennino Meridionale. Il Parco offre una moltitudine di paesaggi incantevoli, con grandi aree incontaminate e differenti, a seconda dell’altitudine. Si va dai Piani di Campolongo, ai Piani del Pollino, dai fiumi Sinni e Argentino, alle gole del Lao e del Raganello, dalle cime del massiccio del Pollino al Monte Alpi, dalle quali si possono ammirare sia il mar Tirreno che lo Jonio. Il Parco Nazionale del Pollino è uno scrigno che custodisce dei veri e propri tesori della biodiversità. in alto nelle solitarie vette maestose trovano rifugio, oltre che nei Balcani, magnifici esemplari di Pino Loricato. Albero imponente ed elegante, di straordinaria bellezza, propaggine dell’ultima glaciazione, deve il suo nome alla struttura della corteccia che ricorda vagamente le loriche, piastre metalliche delle antiche corazze romane. Dai profili contorti, a causa del peso della neve e dei forti venti a cui è sottoposto, il Pino Loricato simbolo del Parco, può essere considerato per la sua rarità quasi un “monumento”, anche dopo la morte il suo tronco perdendo la corteccia resta lì in piedi per anni a guardia del territorio circostante. Sulle vette più alte si può vedere in volo i rarissimi esemplari di aquila reale. L’area naturale è composta di rocce dolomitiche, di bastioni calcarei, di dirupi, di gole molto profonde, di grotte carsiche, di inghiottitoi, di pianori, di prati, di pascoli di alta quota
 
Mezzi di trasporto: pullman
Rientro previsto a Foggia Domenica ore 21 circa
Distanza luogo escursione da Foggia: 250 km
Scheda Tecnica la valle del Lao
Numero sentiero: 659 A
Difficoltà : T
Informazioni sul sentiero: http://paolamanuli.wixsite.com/caicastrosentieri/n959a-laino-borgo-gole-del-lao (cartografia ed informazioni sentiero n. 659 - gole del Lao)
Dislivello: in salita 10 m, in discesa 10 m
Sviluppo del percorso: 1520 mt.
Durata: andata 1.30, ritorno 1.30
Mezzi di trasporto: auto proprie
Colazione: a sacco fornita dall’albergo
Inizio Percorso: Laino Borgo (390 m) - Via Biagio Longo - Lat N 39° 49.071' - Long E 15° 58.998'
Fine percorso: Gole del Lao (400 m) - Punto panoramico - Lat N 39° 54. 239' - Long E 15° 52.355'
Attrezzatura: bastoncini da trekking,cappellino, crema solare, occhiali da sole
Abbigliamento: abbigliamento a cipolla, mantellina parapioggia, copricapo, scarponcini da trekking
Acqua: Fontana inizio sentiero
 
Download scheda:
 
Scheda Tecnica Colle dell’Impiso Monte Pollino
Colle Impiso (1573 mt) – Piani di Vacquarro- Sorgente Spezzavummula – Colle Gaudolino (1775 mt) – Monte Pollino (2.248 mt).
Difficoltà : T pprima parte
Difficoltà :EE seconda parte
necessario buon allenamento.
Dislivello prima parte: 200 mt. circa
Dislivello seconda parte: 575 mt. circa
Durata: complessiva 7 h
Colazione: a sacco fornita dall’albergo.
Acqua:1lt è possibile prenderne altra lungo il percorso
Download scheda:
Cartografia