C.A.I. Foggia 2018

 

 


     

Sabato e Domenica 14 e 15 Luglio "Ghiacciaio del Calderone – Corno Grande - GRAN SASSO"
 

 

Appuntamento: sabato 14
Per il pernotto campeggeremo in zona Prati di Tivo. Munirsi di : tenda, sacco a pelo, frontalino e tutto il necessario per il campeggio. Abbigliamento invernale per la notte.
Direttori: Raffaele Berlantini (telef. 329 272 7444), Tonio Mansueto (telef. 360 831 622)
Itinerario automobilistico : Prendere l’autostrada A14 direzione Bologna. Uscire a Roseto degli Abruzzi e proseguire per il Parco Nazionale del Gran Sasso. Continuare in direzione Villa Vomano (SS150) per circa 20 Km. Prendere l’A24 direzione L’Aquila/Roma (660 m) e proseguire per Montorio al Vomano (SS80). Seguire le indicazioni per Prati di Tivo.
Domenica 15 dal rifugio Franchetti:
Corno Grande (EEA) Descrizione del sentiero Da Prati di Tivo (1450 mt) è possibile raggiungere la Madonnina comodamente in seggiovia. In alternativa di questa si possono seguire le tracce di sentiero (alla destra della seggiovia) fino ad arrivare alla Fonte Cristiana (1564 mt). Si prosegue quindi liberamente fino ad incontrare più in alto un comodo sentiero che, in diagonale verso sinistra, passa sotto la seggiovia sbucando sulla cresta dell'Arapietra. Si costeggia la Madonnina e si segue la mulattiera che a svolte risale verso sinistra per entrare nel Vallone delle Cornacchie. Attraversato il Passo delle Scalette (2100 mt) il sentiero si snoda tra grossi massi (caratteristico l'arco formato tra due di questi) fino a raggiungere, verso sinistra lo sperone roccioso che divide in due la valle. Un breve tratto più impegnativo (esposto, corda fissa) permette di superarlo. Si continua con tornanti e tra massi fino ad obliquare a sinistra al rifugio Franchetti (2433m).

Si riparte per il sentiero che sale sui lastroni a monte del rifugio, e poi traversa a mezza costa in direzione della Sella dei Due Corni, che si raggiunge (2547 metri, 0.15 ore) con un tratto un po' scabroso su terra e roccette. Dal valico si scoprono la Val Maone, il Pizzo d'Intermèsoli e le vicinissime Fiamme di Pietra. Si continua verso sinistra per il largo crinale di ghiaie che sale verso il Corno Grande. Dove questo diventa roccioso (2630 metri) il sentiero si sposta a sinistra e raggiunge un bivio dal quale inizia il sentiero per il Passo del Cannone e il Corno Grande per chi farà la ferrata. Per gli altri si continua invece a sinistra seguendo i segnavia, si compie qualche saliscendi e si raggiunge la vasta conca ghiaiosa alla base del Ghiacciaio del Calderone (2680 metri, 0.30 ore), dominata dalle quattro vette del Corno Grande. Con una breve discesa si raggiunge la base del ghiacciai,. In discesa occorrono 1.15 ore fino all'Arapietra.
Scheda Tecnica
Partenza : Prati di Tivo (1465 m)
Difficoltà : E (media difficoltà)
Dislivello: +/- 420 mt (in seggiovia); +/-1000 (a piedi)
Durata complessiva: 2-3 ore con la seggiovia, altrimenti 1/2 giornata
Mezzi di trasporto: auto proprie
Segnavia: segnato bianco-rosso
Colazione: a sacco
Abbigliamento: a cipolla da alta montagna
percorrenza stradale: 280 Km. circa
 
Download scheda: