C.A.I. Foggia 2020

 

 


     

Domenica 13 Settembre 2020 "Vieste - Santa Maria di Merino"
Parco Nazionale del Gargano: Giro dei Trabucchi

Intersezionale con il CAI di Coppo dell’Orso

 
 
Appuntamento:Caffè dell’Alba ore 7.00
 
Direttori:
Andrea Bozza (3209680635), Marina Buschi (coppo dell’Orso), Fernando Lelario (3474193880), Riccardo Cusmai (3281349327), Matteo Santoro (3385479602).
DESCRIZIONE
Percorreremo la bellissima costiera del Gargano da Vieste verso Peschici, uno dei tratti di costa più belli del Mediterraneo. Faremo il giro dei Trabucchi alla scoperta della più antica tradizione marinara, tra antiche torri di avvistamento e questi giganti di legno, frutto dell'ingegnosità dei pescatori di un tempo. Secondo gli storici la pesca attraverso pali conficcati nelle bianche rocce, che hanno dato origine ai trabucchi, risale ai Fenici. Ove possibile visiteremo alcuni di queste piattaforme protese sul mare, caratteristiche della costa garganica, ma anche molisana e abruzzese. I trabucchi sono tutelati come patrimonio monumentale dal Parco Nazionale del Gargano.
Partiremo dal trabucco di San Lorenzo, che sorge a nord del centro abitato di Vieste, funzionante anche se non più in attività. Sulla punta del promontorio di San Lorenzo, è possibile visitare una chiesa risalente all’anno mille.
Con un percorso suggestivo che si snoda sia su spiaggia, che su scogliera - è richiesto buon equilibrio e passo sicuro, possono essere d’aiuto i bastoncini da trekking – raggiungeremo il trabucco Molinella a fianco della spiaggia omonima, poi il Trabucco di Porticello, che sorge alla fine del promontorio di Porticello ove vi è anche una delle caratteristiche torri di avvistamento risalenti al XVI secolo. Infine visiteremo i trabucchi di Punta Lunga e quello all’inizio di Spiaggia Scialmarino. Per chi volesse dedicare meno tempo al mare, proseguendo sulla spiaggia di
Scialmarino per circa un kilometro, all’interno si può visitare il Santuario di Santa Maria di Merino.
La piccola bianca chiesetta, dall’enorme valore per i fedeli Viestani, è un pregevole esempio di chiesa rurale
Pugliese, tipico delle campagne del mediterraneo.
La tradizione collega la costruzione della cappella al ritrovamento, sulla spiaggia poco distante, della statua lignea
raffigurante la Vergine Maria. La parte centrale del santuario è la più antica (sec. XI-XII) e si innesta sui residui muri
di una antica villa o santuario di epoca romana ed è circondata dai resti archeologici, le altre cappelle sono state
costruite successivamente (1831-1861-1909). Secondo la tradizione, il luogo del santuario coinciderebbe con il sito
della “antica città di Merinum”
Il percorso del ritorno è lo stesso dell’andata. Se il tempo lo permetterà durante la pausa pranzo faremo bagni e
nuotate.
Approfondimenti culturali
Nella zona San Lorenzo, a non molta distanza dal I trabucco del nostro giro, in località “Defensola”, nel 1981 è stata scoperta una grande miniera di selce che gli studiosi non hanno esitato a definire come “la più importante d'Europa".
Una miniera preistorica per l’estrazione della selce. Tale struttura mineraria, esplorata in minima parte, ha dato alla luce vari materiali importantissimi per studiare il neolitico: picconi da miniera, lucerne di pietra, punteruoli d’osso e vasi in ceramica. La ceramica permette di datare questo impianto minerario fra il VII e il VI millennio avanti Cristo. Questa miniera fa parte di un distretto minerario di grandi dimensioni purtroppo chiuso al pubblico

 

 
Scheda Tecnica
Difficoltà : E
Dislivello complessivo: 250m
Sviluppo del percorso: 12 Km A/R
Durata: 6 - 7h circa compreso sosta bagno
Mezzi di trasporto: auto proprie
Colazione: a sacco
Equipaggiamento: scarponcini trekking obbligatori, copricapo, costume, telo e protettivi
Distanza da Foggia: circa 100 Km
Rientro previsto : tardo pomeriggio

 
Download scheda:
 
Cartografia