C.A.I. Foggia 2020

 

 


     

Domenica 1 Marzo 2020 " Ciaspolata da Guado La Melfa (1270m) La Precia (1570m) " - PARCO REGIONALE DEL MATESE

 

Appuntamento:Caffè dell’Alba - Foggia ore 6:00, partenza ore 6:15
 
Per adesioni ed informazioni contattare il referente della sezione di riferimento
Direttori:

Sottosez. Bojano (Sez. di Campobasso) AE- Massimo Martusciello cell. 389.0907352
Sez. Foggia                                          AE – Raffaele Berlantini  cell. 329-2727444

Sez Castellamare di Stabbia                  AE– Giuseppe Ercolano
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente. E’ obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa.
 

Riunione pre-escursione (18):

 

La riunione si terrà presso la sede sociale c/o “Terzo Spazio” via Mazzini 36/F – 38/a di Campobasso.

 
Descrizione breve dell’itinerario e motivi d’interesse: Partenza della ciaspolata dal caratteristico rifugio di Guado La Melfa, dove è possibile, degustare post escursione l’ottima cucina locale. La ciaspolata sarà caratterizzata dall’attraversamento, degli incontaminati, e caratteristici pianori carsici del territorio Matesino, nella zona di Roccamandolfi, con la possibilità di raggiungere la località denominta “Precia” un brullo crinale da dove si potrà osservare gran parte del territorio Campano, La valle del Secine, parte del Lago del Matese, in giornate particolarmente terse anche il mare Tirreno, isole comprese.

Descrizione dettagliata del percorso (facoltativi):

La ciaspolata si sviluppa ad anello, a cavallo del territorio Matesino Molisano/Campano, con partenza dal rifugio di Guado La Melfa intorno ai 1300 metri in comune di Roccamandolfi (IS) seguendo, inizialmente il sentiero CAI n°100DM che attraversa il caratteristico pianoro Campitello di Roccamandolfi e successivamente quello di Cesa Cala Castrilli, qui abbandonando il sentiero n°100DM e si procede su carrareccia che salendo su una ripida costa boschiva ed effettuando una serie di tornanti termina sotto le pendici occidentali di Colle Tamburo (1982m) brulla anticima di Monte Miletto (2050m). Imboccando successivamente una vecchia traccia CAI col n°18 con segnavia giallo/rosso proveniente dal Miletto si raggiunge Sella delle Vallocchie Scure e poco distante il suggestivo affaccio della Precia una lunga cencia rocciosa che scende ripidamente sulla Valle del Secine in territorio Campano, il panorama condizioni meteo permettendo è veramente notevole, dopo l’osservazione e una sosta per rifocillarci si torna a Sella delle Vallocchie Scure e imboccando una carrareccia si scende sotto il pianoro di Campitello di Roccamandolfi e si torna al rifugio.

 

 

 
Scheda Tecnica
Difficoltà :
EAI 300 metri di dislivello, la difficoltà della ciaspolata è condizionata dalla consistenza del manto nevoso.
Dislivello: 270 mt. circa
Quota massima raggiunta: 1570 mt.
Sviluppo del percorso: 9 km
Durata: 5 ore circa
Mezzi di trasporto: auto proprie
Colazione: a sacco
Attrezzatura: Ciaspole ghette e bastoncini.
Equipaggiamento: Scarponi,Ghette,pantaloni da trekking, primo strato traspirante e caldo, secondo strato pile leggero e/o pesante, terzo strato giacca impermeabile, zaino e coprizaino, cappello, guanti, binocolo, bastoncini telescopici, pila frontale, coltellino multiuso, telo termico, crema solare, occhiali da sole, borraccia, kit pronto soccorso. Cibo ed acqua sufficienti al trekking. Indumenti di ricambio completo.
Partenza escursione : Ore 9:00
Rientro previsto : in serata

 
Download scheda:
 
Cartografia di riferimento
Cartografia di riferimento (12): MATESE - VERSANTE SETTENTRIONALE Settore Orientale Carta Escursionistica dei Sentieri scala 1:25.000